A Reggio Calabria c’è un ambulatorio che cura gratuitamente tutti quelli che hanno bisogno, grazie al suo team di medici solidali

La salute non può essere un lusso di pochi ma deve essere un diritto di tutti, questo è il motto dell’ambulatorio ACE di Pellaro, gestito dall’Associazione Calabrese di Epatologia, un centro specialistico di eccellenza che ogni anno prende in carico gratuitamente 30mila pazienti.

Questo poliambulatorio, che si trova in un quartiere periferico di Reggio Calabria, sembra un miracolo in una delle Regioni italiane purtroppo più colpite dalla malasanità.

Ogni giorno al suo interno lavorano 20 volontari, tra medici, infermieri, personale amministrativo, che da 10 anni ormai, offrono a tutti i cittadini la possibilità di curarsi, secondo il principio che tutti hanno il diritto alla salute.

Le prestazioni specialistiche offerte sono davvero di tutti i tipi: c’è anche la possibilità di andare dal nutrizionista e di seguire percorsi di psicoterapia a prezzi calmierati.

Non ci sono tariffe fisse, ne parcelle ne ticket, vi si accede solo con la prescrizione del medico di base, ognuno dà quanto può o una donazione libera, oppure si può non pagare nulla se non  lo si può permettere.

Dieci anni fa è nata l’idea lungimirante di questo ambulatorio di eccellenza, da una donazione e un gruppo di medici volontari che hanno chiesto ed ottenuto in comodato d’uso una vecchia struttura dell’ Asl abbandonata,la struttura è stata curata sempre di più, e ampliata con nuovi servizi e al momento comprende anche una biblioteca, un parco, un centro di studio e ricerca.

I pazienti arrivano da tutta la regione, e non sono solamente persone in difficoltà economica, ma anche persone normali che si trovano bloccate di fronte ai mesi di attesa da parte della sanità pubblica o al costo troppo alto delle visite specialistiche.

Alessandra Trotta - giornalista e scrittrice