Via le sigarette entro il 2025, in Nuova Zelanda scelta storica a tutela della salute

In Nuova Zelanda, via le sigarette entro il 2025. Il governo progressista di Jacinda Ardern vuole estinguere il vizio del fumo.

Le proposte sul campo sono che i nati dopo il 2004 non potranno comprare sigarette. Se così fosse, le giovani generazioni sarebbero scevre da questa schiavitù del fumo e sarebbe la prima volta nel mondo.

Verrà estesa ad una età più alta  in cui è permesso fumare.

Verranno contingentati i luoghi di vendita delle sigarette.

Verrà  diminuito l’apporto di nicotina nelle stesse sigarette.

Se tutti gli stati si sono posti il problema di ridurre il fumo, la Nuova Zelanda preme sull’acceleratore, introducendo ostacoli, così da rendere più complicato esercitare il vizio.

Il fumo è maggiormente diffuso nelle comunità a basso reddito, che non sanno difendersi dalla sua pericolosità. Perciò il programma del governo sventola la bandiera della giustizia sociale.

Almeno così lo stato si preoccupa di non arricchirsi sul veleno.

Alessandra Trotta - giornalista e scrittrice